Affonda Costa Concordia all'isola del Giglio. Sei morti e 16 dispersi Stampa E-mail
Scritto da Marta Ghironi   
Lunedì 16 Gennaio 2012 15:04

Terrore nelle acque del Tirreno per i passeggeri a bordo della nave da crociera Costa Concordia che si è incagliata tra gli scogli. 3 morti, 40 feriti e 38 dispersi. Forti polemiche sulla sicurezza ed i soccorsi. In arresto il comandante della nave Costa Concordia, Francesco Schettino, 52 anni, campano per omicidio colposo e abbandono della nave.
E' successo venerdì 13 gennaio, alle 21.30, ad un miglio dalla costa, Una distanza troppo corta rispetto a quella di sicurezza che in quel tratto è di 5 miglia.
Uno squarcio di 30 metri nella carena ha provocato l'inondazione di acqua all'interno della nave che si è inclinata fino a quasi a novanta gradi.  L'ordine di evacuazione è partito solo un'ora dopo, intorno alle 22,40.
Il viaggio era iniziato venerdì sera alle 19,00 da Civitavecchia per un giro del Mediterraneo con scalo a Savona.  A bordo  c'erano 4229 persone. Nel momento in cui la nave ha urtato gli scogli, i passeggeri stavano cenando e, all'improvviso nella sala tutto ha cominciato a tremare  la immediato il black out elettrico e, nell'intera nave i passeggeri hanno cominciato a gridare, nel panico. Solo un’ora dopo è suonata la sirena ed è stato dato l’ordine di evacuazione. Le persone sono state condotte alle scialuppe, ma non tutte erano in grado di andare in acqua, alcune sono cadute sui ponti e c’è chi è rimasto ferito o contuso. Scene da Titanic, insomma. Madri alla ricerca dei propri figli, grida e pianti ovunque. Il tutto nel buio più totale. La gente cadeva a terra mano a mano che la nave si inclinava.Qualcuno si è gettato in acqua preso dal terrore. Così descrivono l'agghiacciante viaggio i testimoni.  Il Comandante della Guardia Costiera di Livorno, Francesco Paolillo, ha dichiarato che non vi è chiarezza su cosa sia accaduto e che la Capitaneria di Porto ha già aperto un'inchiesta. Dalle testimonianze, pare che la Costa Concordia si sia scontrata con un ostacolo e che il capitano abbia provato a portarla più vicino a riva.  
Dopo un’intera giornata di lavoro, i vigili del fuoco sono riusciti a trarre in salvo una coppia di coreani in luna di miele che erano rimasti intrappolati in una delle stanze, ma si continua incessantemente a cercare i 38  passeggeri che mancano all’appello. Il Comandante della Costa Concordia è stato fermato per omicidio colposo plurimo e perché ha abbandonato la nave a mezzanotte e mezzo, quando c’erano ancora passeggeri in pericolo. Quanto alla dinamica dell’incidente gli organi di giustizia spiegano che il comandante si è accostato in maniera molto sbagliata all’isola Giglio, la nave si è così scontrata con lo scoglio che si è incastrato sul fianco sinistro, facendola inclinare ed ha imbarcato tantissima acqua nel giro di due, tre minuti». Ai comandi c’era Schettino, ed è stato lui che ha ordinato la rotta. Al vaglio degli inquirenti il passaggio molto vicino all’isola del Giglio, deciso per far vedere ai croceristi i paesi dell’isola illuminati nel buio, come attrazione, cosa però vietata dal regolamento.
La polemica infuria sui soccorsi, partiti  con molto ritardo secondo i testimoni. E anche per il fatto che la Capitaneria di porto sia stata avvisata in super ritardo.
I passeggeri hanno anche lamentato la totale incompetenza del personale di bordo, totalmente impreparato alla situazione. Intanto tre persone sono morte, altre 38 persone non si trovano, nel bel mezzo di un tragitto che doveva essere una piccola vacanza nel weekend ed altre 14 persone sono ferite. Nell'occhio del ciclone la Costa Concordia che dovrà rispondere sulle cause della vicenda, visto che la presenza di scogli intorno alla costa è ben nota a tutti. Intanto i vigili del fuoco continuano a lavorare per trovare i dispersi, mentre le forze dell'ordine indagano sulla vicenda.

 

Commenti  

 
0 #3 antonella 2012-02-01 18:43
urto della Concordia è stato un vero disastro che si poteva evitare salvando molte vite umane :(
Citazione
 
 
0 #2 francesca 2012-01-16 18:04
LASCIATEMI IN PACE, NON MANDATEMI PIÙ MESSAGGI!!!!
Citazione
 
 
+1 #1 Pierpaolo 2012-01-16 15:38
Incredibile, non posso credere che nel 2012 una nave con 4000 persone a bordo possa urtare uno scoglio. Non stiamo parlando mica di un gommone? Non credo che possiamo definirlo un errore umano, credo che si tratti di una vera negligenza umana.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Twitter

Cerca

Login